Tutti i  marchi disponibili sul mercato
Pubblicato su Cultura Fisica & Fitness. Riproduzione vietata
Autore: AutoreRossella Pruneti
Inserito da: Inserito daRossella   Data:Data di inserimento 2004-12-21 15:24
Commenti: Commenti: (0)   Votazioni: Votazioni:
WANNABE... da grande garegger?!

di Rossella Pruneti

Prima o poi ogni appassionato di body building viene coinvolto in una garetta di palestra, gara, Grand Prix, campionato...

E si mette in moto il rituale ...
parenti e compagni d?allenamento sono costretti o accorrono volontariamente per dare vita a due, forse tre ore di parzialissimo tifo e di pura.... critica.

Volete prendere parte, siete sicuri? Ecco come sopravvivere alla gara. Dopo aver letto questa guida, saprete ancora meno di una gara di body building ma non potrete dire che non eravate stati avvisati!

I tempi della gara.

La gara di body building si articola in un lunghissimo prima, in un fugace durante ed in un penosissimo dopo. Ad ogni ?stagione? corrisponde una diversa risposta della gente che sta intorno al body builder e un diverso andamento delle relazioni sociali e dei rapporti interpersonali.

Prima: fatica, costanza, allenamento intenso, dieta pregara, sogni vividi ed ambiziosi.
Rapporti interpersonali: in fase calante.
Durante: ?beh, il durante ? proprio la gara, o meglio quelle due volte in quella giornata in cui salite sul palco.

Rapporti interpersonali: voi stessi (fase di gasatura), l?amico che vi d? il mallo (fase di opportunismo, vostro), gli avversari (fase di ? ehm, si spera, sportivit?) e i giudici (fase di odio, da parte vostra, s?intende).
Dopo: riposo, pigrizia, allenamento di mantenimento, dieta grassi & grassi, sogni infranti.
Rapporti interpersonali: in fase di ripresa.

Lo svolgimento.
Nel caso che pensiate ancora che una gara potrebbe essere una bella esperienza, leggete attentamente i seguenti punti. La gara si svolger? all?incirca nel modo seguente:

1) difficolt? logistiche e per arrivare al luogo di gara e trovare il palazzetto;
2) il palazzetto si trova ma non ? aperto, oppure non c?? modo di sedersi, stendersi, rilassarsi;
3) allineati verrete pesati, numerati;
4) inizierete ad attendere l?inizio del pregara (la sera idem per l?inizio della gara);
5) il pregara inizia all?improvviso e vi affretterete a darvi il mallo e a riscaldarvi;
6) vi aggirerete dietro il palco dove non c?? niente per riscaldarvi;
7) verrete di nuovo allineati e contati per salire sul palco;
8) sul palco dai 5 ai 10?, se siete pi? di 10 sarete scremati in 5?, se siete 10 esatti tutti passate alla finale ma i giudici guardano solo i primi tre;
9) potreste come non potreste fare la routine;
10) se avete fatto la routine, potreste come non potreste essere rientrati nei 6 finalisti;
11) se siete nei 6 non vorrete certo essere il 6?, il 5?, il 4?, il 3? e, manco morti, il 2?;
12-a) se avete vinto: vi fotograferanno mentre fate la vostra posa migliore contraendo i muscoli, alzate la mano in segno di vittoria e reggete la coppa e il mazzo di fiori mentre la valletta vi bacia, tutto nel medesimo scatto, naturalmente;
12-b) siete nei tre: starete accanto al primo mentre tutti e tre fate la vostra posa migliore (difficilmente ? la stessa), il primo alza la mano in segno di vittoria e regge la coppa e il mazzo di fiori mentre la valletta lo bacia, tutto nel medesimo scatto, naturalmente;
12-c) siete IV, V o VI: forse una coppa, forse una medaglia ma siete pregati di scendere velocemente dal palco o di profilarvi sullo sfondo per poter continuare con la premiazione;
13) scendendo dal palco recuperate le ciabatte e andate nello spogliatoio dove a seconda del carattere scaraventate la coppa e vi fate una doccia fredda oppure vi fate una doccia fredda e scaraventate la coppa;
14) ve ne ritornate a casa e solo uno (indovinate chi) ? contento del risultato.

N.B. per i timidoni

Considerate questo:

1. Dovrete rimanere sul palco da solo per la routine di pose libere, dei forti faretti vi illumineranno tutto e davanti a voi avrete la pi? completa oscurit? interrotta da testoline e da segnali auditivi;
2. Tutti i vostri amici tra il pubblico urleranno il vostro nome, strombazzeranno, rideranno, sventoleranno striscioni con il nome della vostra palestra ed eventualmente litigheranno con i vicini di posto;
3. Indosserete un costume e basta, sarete completamente depilati e scalzi;
4. Quando vi dimenticherete la routine o sbaglierete una battuta qualcuno rider? o fischier?;
5. Il mallo che avete pu? rendere scivoloso il pavimento o essere distribuito male cos? che vi ritrovate una parte del corpo bianca e magari non lo sapete finch? non scendete dal palco (vi ricordate quando il 1? aprile si attaccavano dei pesciolini di carta dietro la schiena della gente??);
6 La vostra famiglia (se non a favore del body building) vi guarder? odiandovi perch? sono stati obbligati a vivere il vostro pregara, la vostra dieta pregara e a venire pure a vedervi mentre avrebbero preferito stare a casa in poltrona a guardare la televisione. Non sentitevi in colpa: lasciate che soffrano con voi;
7. Ci potrebbe essere quel conoscente superappassionato che viene con la videocamera?

La routine

Nelle gare di body building maschili e femminili non ? importante per i giudici ma per il pubblico della sera, l?atleta viene sacrificato all?interesse di cassetta. Quindi la routine di pose libere, come il raffreddore, le domeniche pomeriggio e la suocera, ? una piaga che non pu? essere evitata.

Ebbene? Potreste pensare, sempre pi? facile che raggiungere la forma di gara! Sbagliato, perch? di solito l?atleta dilettante si allena tutto l?anno ma prova la routine solo per due mesi. Le routine sono state inventate per fare credere che il body building ? altrettanto sport e/o altrettanto spettacolo di qualsiasi altra disciplina.

Altrimenti la gente potrebbe pensare che il body building ? solo gonfiare i muscoli e non riterrebbe giusto il prezzo del biglietto. Cos? sono state introdotte le routine, che equivalgono a un ballo o ad un?esibizione ginnica mentre si contraggono i principali gruppi muscolari ma non si lasciano vedere i propri punti deboli: tutto nello stesso momento, naturalmente.

Ormai ? appurato che pi? un atleta ha curato la propria forma fisica meno ha preparato la propria routine, e viceversa.

Memo
Attenzione al costume (che non scopra troppo/troppo poco, che non sia troppo macchiato di mallo, per le donne: che il reggiseno non si sposti ? soprattutto se non avete un seno ? al silicone!-), al mallo (troppo rosso, troppo lucido, troppo opaco, troppo ?olio?, ?effetto Friol?), ai capelli (possibilit?: due, rasati oppure lunghi con le m?che), alle luci del palco (di lato appiattiscono stile bassorilievo tardoantico, dall?alto fanno effetto ?New York New York?, dal basso? beh, mica siete a recitare l?Amleto!), alla cassetta della routine (non l?avete messa al punto d?inizio, ? stata registrata male, il riproduttore stereo se l?? mangiata ?secondo voi perch? si chiamava ?mangiacassette??-), alle ciabatte dimenticate (ai piedi) mentre si sale sul palco, alle giravolte che finiscono in capitomboli, a dimenticare il numero di gara (per gli uomini: attenzione a quando lo spillate sul costume) ...

Le reazioni degli altri.

I proprietari di palestra appassionati di body building o ex agonisti sono pericolosissimi: se si accorgono che siete geneticamente dotati vi martorieranno finch? non riescono a convincervi a prendere parte a quella data gara (o ad una gara).

Questo perch? sono talmente affascinati dalla propria disciplina che come i padri missionari con i cinesi nel secolo XVII vogliono convertire tutti o semplicemente perch? preferiscono spronare un body builder a gareggiare piuttosto che insegnare ad un mucchio di galline o al fighetto che non si ricorda mai la differenza tra pectoral machine e pectoral inverso.

I proprietari di palestra dediti all?aerobica, alle arti marziali, diplomati ISEF oppure dediti solo alla reception (e alla cassa) sono pericolosissimi: per loro che voi gareggiate non ? altro che una grossa seccatura perch? darete un ignobile spettacolo nonch? un esempio sbagliato agli altri clienti allenandovi intensamente (con tutto quello che ci? comporta: troppe piastre lasciate sui bilancieri, troppa frequenza settimanale, troppi attrezzi occupati contemporaneamente da voi se fate delle superserie?), sudando e stando a dieta. Se siete una donna, secondo questa categoria di proprietari, potreste addirittura portarli al fallimento perch? spaventerete tutte coloro le quali non vogliono certo avere tutti quei muuu?scoli che ha un?agonista!

Il preparatore/allenatore ? uno dei pi? interessati che il soggetto (in questione? siete voi!) prenda parte ad una gara. Quando vi chieder? a quale gara intendete prendere parte, non dite il regionale o il mister condominio, vi considererebbe un miserabile. La risposta giusta ?... ?Voglio il titolo italiano oppure rimanere fermo un anno e fare il Due Torri.?

Il giudice vi considera materiale umano da scremare. Se avete occasione di incrociarne uno al di fuori dei tavolini della giuria (s?, non vivono al tavolino davanti ai palchi di gara tutto l?anno?) quando vi chieder? a quale gara intendete prendere parte, capovolgete a 360? la risposta data al preparatore: ?Magari il mister condominio di quest?estate a Cesenatico o, se non fossero cos? grossi, il regionale. No, non sono assolutamente al livello del Due Torri.? Vi adorer?, anche se non salirete affatto su un palco.

La famiglia riterr? la gara l?ennesima pazzia oppure l?inizio del declino di un cos? bravo/a ragazzo/a; il/la partner (non body builder) l?ennesimo tradimento; la banca l?ennesimo buco nel conto corrente.

La gara di pi? alto livello per il body builder italiano ?:
Senza dubbio il ?Due Torri?, se non vogliamo scendere nei particolari delle singole federazioni ma rimanere ad un livello ?strato-federale?.

La gara di pi? infimo livello per il body builder italiano ?:
Senza dubbio prepararsi per fare la passerella sulla spiaggia di Viareggio (per coloro i quali abitano lato mar Tirreno) o sulla spiaggia di Riccione (per coloro i quali abitano lato mar Adriatico).

Il miglior consiglio
Stare dietro il palco ad aiutare un amico per il mallo, In alternativa meglio ancora in poltrona a fare da spettatore.

? ma ricordate: se non fate una gara, tutti i veri body builder vi considereranno un body builder bluffatore e nessuno vi chieder? pi? di essere suo compagno d?allenamento.

In definitiva non vincete mai, non importa se decidiate di gareggiare o no!