Tutti i  marchi disponibili sul mercato
Copyright Better Bodies sett-ott 2001. Riproduzione vietata
Autore: AutoreRossella Pruneti
Inserito da: Inserito daRossella   Data:Data di inserimento 2004-12-27 08:37
Commenti: Commenti: (0)   Votazioni: Votazioni:
Votazione media (su 10 voti) : Non ancora votato   
Voti: 0
Indoor cycling: una tortura o un divertimento?
Per alcuni ? troppo faticoso, per altri ? troppo divertente.
Odio o amore eterno si decide dalla prima lezione?
ma non c?? dubbio che l'indoor cycling sia al massimo della popolarit? come attivit? da palestra.
Nato a Los Angeles nel 1987, quando il ciclista di fama mondiale Johnny ?G.? Goldberg ide? un protocollo veloce e conveniente per allenarsi per le corse, l'indoor cycling si diffuse principalmente sull?East Coast, in citt? come New York e Boston.
Oggi sono migliaia le palestre che offrono corsi di indoor cycling, pure in Italia.
Alcuni esperti la definiscono come l?ultima grossa moda del fitness dopo l?avvento della step aerobics.

A come Aerobica

L'indoor cycling ? un?attivit? aerobica che si pratica con biciclette stazionarie apposite. Mentre pedalate variando il passo (dal pedalare pi? velocemente che potete fino a rallentare pedalando lentamente ma in posizione eretta) e differenziando le RPM (abbreviazione di ?revolutions per minute? ossia ?giri al minuto?, lo ?spinning?, ossia in italiano il ?girare vorticosamente? propriamente detto), siete condotti su un percorso ciclabile ?virtuale? che pu? anche comprendere colline, valli, diritture, discese e traguardi? la fantasia non ha limiti. La visualizzazione e la simulazione dell?ambiente al cui interno si svolge questa attivit? aerobica ? la grande novit? che distingue lo spinning da altre discipline e che gli scrolla di dosso la noia delle cyclette stazionarie.

Attivit? cardiovascolare: notevole, il cuore pompa velocemente. Ecco perch?, se volete praticare l'indoor cycling, dovete avere gi? in partenza un apparato cardiovascolare in buona salute. La sua pratica costante e intelligente contribuir? a migliorare la resistenza cardiovascolare.
Per quanto si seguano le istruzioni generali impartite dall?istruttore, potete controllare il vostro ritmo di lavoro con un cardiofrequenzimetro e abbassarlo all?occorrenza riducendo le RPM o la tensione sulla ruota.

Lavoro muscolare: con l'indoor cycling viene allenato e migliorato il tono muscolare di quadricipiti, femorali, polpacci, addominali. In particolare, tonifica benissimo i quadricipiti e la parte esterna della coscia.
L'indoor cycling non presenta praticamente alcuno stress per le articolazioni se viene eseguito con moderazione, ? quindi adatto per gli atleti che sono predisposti a problemi alle giunture. Attenzione per?! Praticare l'indoor cycling tutti i giorni pu? stressare troppo le articolazioni del ginocchio e delle anche, oltre a comportare fastidi alla bassa schiena.

Come conciliare l'indoor cycling con l?allenamento con i pesi?
Diciamo anzitutto che unire all?allenamento con i pesi un?attivit? aerobica ? una mossa intelligentissima. Ma occorre altrettanta intelligenza per dosare le due discipline senza che le esigenze di recupero dell?una interferiscano con la performance dell?altra.

Il consiglio:
Periodizzate attentamente il vostro allenamento. Non solo ? preferibile che l?attivit? aerobica venga svolta in giorni diversi dall?allenamento con i pesi, ma anche che la prima, nel caso appunto sia lo spinning, non cada nei giorni necessari al recupero dei gruppi muscolari delle gambe.
E ricordate: l'indoor cycling ? un?ottima attivit? aerobica per dimagrire o allenare l?apparato cardiovascolare, ma se volete modellare glutei e cosce, dovete dedicarvi agli esercizi con i pesi come squat ed affondi!

B come bike

La bike ? l?attrezzo che serve per fare l'indoor cycling: una ?super? cyclette dalla pedalata particolarmente fluida.
Ci sono due grandi scuole all?interno del movimento dell'indoor cycling: quelle che hanno scelto bike appositamente disegnate per questa disciplina e per l?eterogeneit? dei componenti le lezioni (dal ciclista alla casalinga) e le altre, che sono rimaste pi? fedeli all?utenza specializzata dei ciclisti e alla loro posizione tipica incurvata.
?Non ha senso stare inclinati in avanti. La bike da indoor cycling ? nata imitando il ciclismo ma in palestra non si hanno le esigenze aerodinamiche di un ciclista che deve stare chiuso per tagliare l?aria? affermano alla Panatta Sport, dove presentano la Star Bike?, una bike con il manubrio verso l?alto ed una forma a V (guardatela di fianco: il piano immaginario che possiamo fare passare dalla comoda sella e quello che idealmente passa per l?ampio manubrio intersecandosi nello spazio formano una V). Questa angolazione reciproca tra sellino e manubrio d? un comfort che manca alle biciclette da corsa e ad altre biciclette stazionarie per l'indoor cycling.

Il consiglio:
Regolate il sellino all?altezza giusta. Se ? troppo gi? non potrete estendere bene la gamba quando la pedalata ? nel suo punto pi? basso. Se ? troppo alto stirerete eccessivamente la gamba e i suoi legamenti per pedalare. La regoletta pratica ? questa: quando la pedalata ? nel suo punto pi? alto, il ginocchio di quella gamba non deve superare l?altezza delle anche; quando la pedalata ? nel suo punto pi? basso, il ginocchio dovrebbe essere flesso all?85% e non oltre.
Non impugnate troppo strettamente il manubrio: aumenterebbe la tensione nei muscoli del collo e delle spalle, stancandovi inutilmente in quei gruppi muscolari.

C come Cadenza

?Cadenza? si riferisce al numero di giri (revolutions) per minuto (Revolutions Per Minute = RPM). I ciclisti esperti si allenano con una cadenza molto elevata, sulle 90-100 RPM, e ci? significa che le ruote girano molte volte al minuto, ossia girano velocemente (da qui il termine ?spinning?, in quanto to spin in inglese significa proprio ?far girare?).

Il consiglio:
Concentratevi soprattutto ad ascoltare il vostro corpo e ad allenarvi alla vostra intensit?. Non fatevi trascinare dalle velocit? da capogiro e dall?intensit? pazza di alcuni vostri vicini di bike. Tenete d?occhio il vostro cardiofrequenzimetro e regolare tensione (agendo sull?apposita manopola) e velocit? di conseguenza.
Non vergognatevi di sedervi e pedalare ?in pianura? lasciando che la classe vada avanti per la sua impegnativa ?salita? virtuale se proprio non ce la fate.

Accessori e ?accessori?:

? Scarpe: con suola rigida e un ottimo ricambio d?aria. Le scarpe ginniche da corsa o da aerobica hanno la suola morbida. Lo svantaggio della suola morbida ? che lascia i piedi intorpiditi alla fine della classe.

? Pantaloncini da ciclista: non commettete la ?fantozzata? di arrivare con i normali shorts o con i fuseaux dell?aerobica. Sar? come sedersi su un chiodo per 50-60 minuti! Prendete gli appositi calzoncini imbottiti: neanche quelli garantiscono il massimo comfort, ma aiutano tanto.

? Cardiofrequenzimetro: se vi pare eccessivo per voi principianti, ripensateci. ? utile proprio per chi inizia e talvolta, non conoscendo bene l?attivit? e non essendo allenato, ?esagera?. Con il cardiofrequenzimetro sapete quanto lanciarvi e quanto rallentare. Oggigiorno si possono acquistare a prezzi piuttosto abbordabili. Ed in ogni caso ricordate che la salute e la vostra incolumit? non hanno prezzo.

? Asciugamano e bandana o 2 asciugamani: utilissimi per non dire indispensabili per asciugare il sudore dal volto e dalle mani, oltre a lasciare ?asciutta? la bike.

? Bottiglia d?acqua: ? importante che siate ben idratati prima di iniziare e vi manteniate idratati nel corso della lezione.

? Il vostro istruttore: beh, chiedo scusa agli istruttori se li inserisco tra gli oggetti? ma senza di lui tutto il resto (bike, dimensione virtuale, allenamento fisico e voi stessi) ? malfunzionante!

Il consiglio:
Esigete e controllate che il vostro istruttore abbia regolare diploma che lo abilita all?insegnamento dell'indoor cycling. Meglio se si tratta di scuole serie organizzate dalle stesse ditte produttrici delle bike (Free Method Byke? della Panatta Sport, Top Spin? della 3B, Spinning? della Schwinn, ecc. ecc.).
Questo per la sua formazione. Quanto alla sua condotta, il vostro istruttore dovrebbe incoraggiare (se non addirittura esigere) ad utilizzare un cardiofrequenzimetro, lavorare a specchio con la classe controllandola tutta nell?insieme e singolarmente (non deve sfuggirgli nessuno, pure se nelle retrovie, che magari sta sbagliando la tecnica) e magari avvalersi di assistenti che continuano a mostrare la lezione mentre lui smonta dalla sua bike e si avvicina a correggere i pi? inesperti.



CORSI per istruttori
Better Bodies Approved!


Free Method Bike ? Panatta Sport
Il programma formativo FREE METHOD BIKE prevede corsi di primo e secondo livello, entrambi riconosciuti dal C.O.N.I. e dal Ministero degli Interni. I corsi sono svolti dai Prof. Roberto Carminucci e Marialuisa Quinci. Le lezioni vengono svolte su Star Bykes? della Panatta Sport.
Dopo aver superato l'esame di primo e secondo livello, verr? rilasciato il relativo diploma di istruttore di Free Method Bike.
Per informazioni, prenotazioni e iscrizioni telefonare alla segreteria corsi presso: Associazione Sportiva Roma 70 (nei giorni Lun.-Merc.-Ven. dalle ore 10.00 alle ore 13.30 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30 ), tel./fax 06/41731931,
Sito: www.roma70ginnastica.com
E-mail: gym@roma70ginnastica.com
Per contattare la Panatta Sport:
Sito: www.panattasport.com
E-mail: italia@panattasport.com
tel. 0733 611824

Spinning? Program by Johnny G.
Aggiungiti ai 35.000 Certified Spinning Instructors in oltre 80 Paesi. Impara da chi ha inventato lo spinning!
Sito: www.spinning.com
Per l?Italia: Why Be Normal??
Puoi formarti attraverso vari gradi dal corso di introduzione allo Spinning? (il primo passo) fino ad ottenere la certificazione Johnny G Spinning? Instructor. La certificazione JGSI ? un percorso formativo strutturato, riconosciuto in 80 Paesi e completato da un programma di formazione permanente.
Sito: www.spinning.it
E-mail: formazione@spinning.it (scrivere per ogni domanda su didattica, allenamento e formazione).

X-Spin ? Indipendent Cycling School
L'X-SPIN sviluppa tre diversi livelli di certificazione. I corsi sono strutturati per la creazione della figura professionale dell'insegnante di X-SPIN, l'indoor cycling della FIF (Federazione Italiana Fitness). Le lezioni sono condotte da Barbara Catto e Roberto Spera con il loro qualificato team, adottando il collaudato metodo FREEDOM? da loro stessi brevettato.
Sito: www.fif.it
E-mail: fif@fif.it

Top Spin? - 3B Fitness Systems
Il metodo Top Spin ? il metodo che 3B Fitness Systems ha studiato e realizzato per garantire una preparazione polivalente agli istruttori che frequentano la sua scuola di indoor cycling.
Coordinatore tecnico: Edgard Lopes Serra Jr.
Nei corsi Top Spin vengono sempre utilizzate le speciali bikes TREBISPIN
Per iscrizioni ed informazioni contattare:
3B Fitness Systems s.p.a.
Sito: www.aerobika.com
E-mail: corsi@aerobika.com
tel. 0547 310171