Tutti i  marchi disponibili sul mercato
Copyright Better Bodies gen-feb 2002. Riproduzione vietata.
Autore: AutoreRossella Pruneti
Inserito da: Inserito daRossella   Data:Data di inserimento 2004-12-29 07:48
Commenti: Commenti: (0)   Votazioni: Votazioni:
Votazione media (su 10 voti) : Non ancora votato   
Voti: 0
Ipotizziamo subito che se non avete ancora usato degli integratori, ne avete l'intenzione. Ci immaginiamo anche che siete continuamente sottoposti a pubblicit? esagerate, leggete attentamente i libri sull'alimentazione e perlustrate gli scaffali dei negozi di integratori.

Allora prendete, volete prendere, vi piace prendere gli integratori, eh?

Al contrario, se siete come la maggior parte delle persone, non avete neppure idea di cosa siano. In Italia, se non siete uno sportivo o un appassionato di fitness non sapete cosa ? un integratore oppure, se lo sapete, nutrite dei sospetti. Fondati o meno?
Leggete?

Sai che cos?? un integratore alimentare?

A. 68% no
B. 32% s?


In una scuola ? stata posta la seguente domanda a 106 studenti*: "Sai cosa ? un integratore?" Il 68% ha risposto di no.

Tradotto: "Cosa diavolo sono le proteine, la creatina, la glutamina, ...?" Questi ragazzi dovrebbero studiarsi qualche libro tipo "Il Bignami degli integratori" o "La guida completa agli integratori per idioti" (a proposito, sono stati gi? stampati?).
Gli integratori alimentari sono un grosso business in rapida crescita ma tutti noi siamo davvero poco informati e assai disinteressati. E poi girano certi nomi complicati come 7- isopropoxyisoflavone!

Diversi nomi, alcuni di essi inventati, sono usati per descrivere questa categoria di prodotti: ad esempio integratori di regime, complementi alimentari, nutraceutici ecc. I primi due sono anche citati, ma non definiti, in atti comunitari (direttiva 90/496/CEE relativa all'etichettatura nutrizionale dei prodotti alimentari).

In ogni caso voi chiamateli cos?: integratori alimentari!
Beh, come si pu? essere interessati a prendere qualcosa che non si conosce o il cui nome non si riesce neanche a pronunciare? La maggioranza delle gente non vi ? interessata, infatti. Ma sbagliano.


Se sai cos?? un integratore alimentare, indica di che tipo ?.

A - un alimento
B - un farmaco
C- un prodotto che contiene una definita quantit? di nutrienti
D - un prodotto che contiene vitamine
E - un preparato vegetale
F - altro

Il fatto ? che tutte le risposte, dalla A alla E, possono andare bene in pratica.

Sotto l?aspetto legislativo ? per? precisa soltanto la C.

Eccovi infatti la definizione di integratori secondo la direttiva del parlamento europeo:

"integratori alimentari": prodotti alimentari costituiti dalle fonti concentrate di determinate sostanze nutritive [elencate in un allegato al documento] sia monocomposti sia pluricomposti, commercializzati in forma di dosaggio allo scopo di concorrere all'apporto di tali sostanze nutritive nella dieta normale

Sai a cosa serve un integratore alimentare e quando pu? essere usato?


A. Per integrare comunque l?alimentazione anche quando ci nutriamo in maniera equilibrata
B. In particolari condizioni di vita (gravidanza, allattamento, invecchiamento, ecc.)
C. Quando si fa sport
D. Per aumentare le prestazioni fisiche
E. Per rendere meglio nello studio Per avere pi? memoria
F. Per sentire meno la stanchezza
G. Per essere pi? belli fisicamente
H. Non serve perch? mangiare in maniera equilibrata ? sufficiente per star bene
I. Altro

La maggioranza delle persone pensa che per migliorare la propria alimentazione basti aumentare la quantit? dei cibi.

Se qualcuno dice loro di integrare con la vitamina C, bevono una spremuta d'arancia... che ? pi? saporita di una compressa, non hanno forse ragione? No.

Le recenti tecniche impiegate in agricoltura e i moderni procedimenti industriali (naturale carenza del terreno, dilavamento del suolo, genetica dei vegetali, raffinazione, pelatura, lavaggio, trattamento termico, imballaggio, cottura, pesticidi, maturazione, degradazione ossidativa, luce, ionizzazione, pastorizzazione, imbianchimento, additivi, cottura) possono impoverire o al contrario arricchire troppo un alimento.

Prendete per esempio una carota. Potete pensare che il problema sia che contiene troppa poca vitamina A. Al contrario, le carote possono avere troppa vitamina A - magari anche al punto da intossicarvi! Non si sa mai.

La domanda diventa a questo punto:
DOVRESTE USARE GLI INTEGRATORI ALIMENTARI?


Rispondiamo noi, al di fuori del sondaggio: dipende. Dipende da cosa? Bene, ve lo diciamo nel prossimo paragrafo.

PERCHE' DOVRESTE USARE GLI INTEGRATORI ALIMENTARI?
Per svariati motivi:

CRESCITA O ANTI-INVECCHIAMENTO
In base all'et?, vi potete trovare a rischio di importanti carenze alimentari. Un esempio calzante sono i bambini durante la fase di accrescimento. Ma anche le persone anziane devono garantirsi un'alimentazione corretta per contrastare l'invecchiamento.

CURA DI MALATTIE
Questa ? una cosa della quale dovete parlare con il vostro medico. In alcuni casi di malattie croniche (come l'artrite), gli integratori possono rivelarsi utili. In altri casi, non dovreste assumerli perch? possono avere un'interazione pericolosa con altri farmaci.

ATTENZIONE!

La direttiva 79/112/CEE stabilisce che l'etichettatura non deve fuorviare il consumatore e proibisce qualsiasi affermazione relativa alla prevenzione, terapia o cura delle malattie, cosa assolutamente valida e vera per gli integratori alimentari.
In ogni caso, leggete qui di seguito?

FABBISOGNO SPECIFICO PER PATOLOGIE O GRAVIDANZA
Alcune medicine (per esempio quelle per l'ipertensione) possono impoverirvi di sostanze nutritive o non farvele assorbire normalmente. Anche le donne durante la gravidanza hanno bisogno di alcuni integratori affinch? il bambino cresca sano e per evitare malformazioni del feto. Se prendete medicine o se siete incinta, domandate al vostro dottore se pu? essere una buona idea usare certi integratori.

In generale le categorie a rischio individuate sono: alcolisti, donne che usano contraccettivi orali, donne in gravidanza e puerperio, fumatori, vegetariani stretti, anziani, soggetti affetti da patologie intestinali, soggetti che seguono diete ipocaloriche.

COME GARANZIA IN CASO DI DIETA NON EQUILIBRATA
Il fatto ? che dovreste seguire una dieta ricca di sostanze nutritive ed equilibrata, punto e basta. Per quanto, in linea ideale, una dieta equilibrata possa in circostanze normali fornire tutti gli elementi necessari al normale sviluppo e al mantenimento in buona salute dell'organismo, lo stile di vita e le abitudini alimentari di ciascuno possono indurre carenze nell'apporto di nutrienti essenziali come le vitamine e i minerali.

Se poi seguite una dieta che elimina alcuni alimenti (perch? siete allergici, per motivi religiosi o perch? siete vegetariani) allora dovete prendere in considerazione l'integrazione alimentare. Anche le diete dimagranti che stanno al di sotto delle 1500 calorie al giorno richiedono l'integrazione alimentare.

FATTORI AMBIENTALI
Gravi forme di stress fisico, emotivo, uno stile di vita scorretto, il fumo e l'uso di droghe richiedono una quantit? maggiore di sostanze nutritive. Abbandonate le cattive abitudini, altrimenti nessuna quantit? di integratori vi riuscir? ad aiutare a rimanere sani.

ALLENAMENTI SPORTIVI INTENSI?La maggioranza delle RDA [le razioni giornaliere consigliate, secondo l?organo sanitario USA, n.d.R.]vanno bene per evitare le malattie e per sopravvivere ma se si vogliono aumentare i muscoli i valori devono salire. Quindi se il vostro obiettivo ? costruire il fisico che sognate e non soltanto sopravvivere, allora abituatevi ad usare gli integratori.

qualit? delle sostanze nutritive assunte ? sempre stato un fattore importante per me essendo un atleta professionista. Il punto ? che la qualit? della propria dieta ? un fattore importante per chiunque", dice Rich Gaspari (campione nell'ambiente del fitness da oltre 20 anni, Mr. America, Mr. Universe, Professional Mr. World, Arnold Schwarzenegger Classic, tre volte secondo al Mr. Olympia): "In base alla mia esperienza ho visto che alcuni integratori sono veramente utili per l'aumento della muscolatura.?

Non ? pi? possibile generalizzare e parlare soltanto di integratori per lo sport. ? opportuno distinguerli secondo la loro effettiva applicazione: quelli adatti a ripristinare le scorte idrico-saline (che si perdono con la sudorazione), quelli che hanno un'azione energetica, quelli che agevolano la ricostruzione delle strutture muscolari, quelli che servono a colmare le carenze (come per alcuni minerali, tipo il ferro, o vitamine) o limitare i danni delle tossine (vitamine antiossidanti).

Sai se esiste una legge che regolamenta gli integratori alimentari?


A. 93% no
B. 7% s?


Negli USA gi? dal 1994 ? stata promulgata una legge per il controllo dell'integrazione alimentare (The Dietary Supplement Health and Education Act of 1994, Public Law 103-417) e diversi organismi di controllo per la salute hanno preso posizione nei confronti del fenomeno integratori alimentari.

L'NIH (National Institute of Healt) ha creato nel 1995 un dipartimento per il controllo degli integratori l'ODS (Office of Dietary Supplement) mentre la FDA (Food and Drugs Administration) ha istituito il CFSAN (Centre For Safety and Applied Nutrition) che si occupa anche degli integratori alimentari.

Sia l'ODS che il CFSAN hanno lavorato producendo proposte di legge e raccomandazioni per il corretto consumo degli integratori e anche l'ADA (American Dietetic Association) ha preso posizione nei confronti dell'uso indiscriminato e smodato di integratori alimentari, consigliando una corretta alimentazione, e ritenendoli opportuni solo in particolari condizioni (marcate carenze vitaminiche o minerali o stati particolari come la gravidanza).

In Italia ogni prodotto, nuovo o standard, di importazione o fabbricato qui, deve avere l?approvazione del Ministero della Sanit?: in sostanza per commercializzarlo basta notificare al Ministero della Sanit? l'avvenuta messa in commercio del prodotto che riporti sulla confezione la composizione e non indicazioni legate a patologie o cure.

Comunque, allo stato attuale, non esistono organi governativi specifici per quanto riguarda il consumo ed il controllo sulla salute pubblica degli integratori alimentari; referenti per la problematica sono il Ministero della Sanit? funzioni di supervisione e l?Istituto Superiore della Sanit?. La materia ? regolata dal D.L. n.111 del 27-01-92 relativo alla direttiva CEE 89/398 concernente i "prodotti alimentari destinati ad una alimentazione particolare" che per l'esattezza, disciplina i prodotti dietetici ed i prodotti per l'infanzia ma di fatto non include gli integratori.

Di recente in materia di integratori alimentari il Ministero della Sanit? ha diffuso una circolare ministeriale (n.8 del 07/06/99 "Linee guida sugli alimenti adattati ad un intenso sforzo muscolare soprattutto per gli sportivi?, che ha suddiviso gli integratori destinati agli sportivi in diverse categorie (integrazione energetica, reintegrazione delle perdite idrosaline, integrazione proteica e di aminoacidi), puntualizzando per ogni categoria di integratori le caratteristiche da rispettare ed il contenuto in nutrienti

Esiste poi una proposta direttiva del Parlamento Europeo per regolamentare la situazione a livello comunitario.

POTETE PRENDERE GLI INTEGRATORI ALIMENTARI?

Gli integratori sono prodotti da banco in tutto il mondo - almeno per quelli la cui vendita ? stata autorizzata dagli organi preposti.

Anche se la FDA in USA e la CEE in Europa cercano di regolare la vendita e le affermazioni sulla stampa e nella pubblicit?, alcuni integratori arrivano lo stesso sul mercato anche se possiedono una scarsa utilit? e diversi si sono addirittura rivelati, in un secondo momento, del tutto pericolosi per la salute.

? estremamente importante che sull'etichetta figurino chiare istruzioni su come far uso del prodotto, in particolare sulle quantit? da consumare. I consumatori devono anche essere informati dei rischi insiti nell'eccedere rispetto alle quantit? suggerite, soprattutto per quei prodotti che in dose eccessiva comportano danni per la salute.

La scelta spetta a voi - e al vostro medico. Ci auguriamo che siate dei consumatori informati che controllano attentamente ci? che prendono (e che in fin dei conti si consultano sempre con il proprio medico di fiducia).

CONSIGLI PER L'ACQUISTO DEGLI INTEGRATORI

Dopo avere valutato se vale la pena usare gli integratori, vediamo se vale la pena acquistarli. Eccovi alcuni consigli - il minimo indispensabile.

? Acquistate integratori di qualit? elevata. Perch? comprare integratori scadenti o contraffazioni? Perci? rimanete fedeli alle marche che godono di buona reputazione, sono queste che hanno pi? da perdere se i loro prodotti non corrispondono alle aspettative.

? Siate diffidenti degli strombazzamenti pubblicitari. Non esiste un integratore o una pillola magica; pertanto dovete seguire un'alimentazione equilibrata prima di inghiottire quella compressa. Proprio cos?.

? Il troppo stroppia? Anche se potrebbe essere una buona idea usare alcuni integratori, questo non vuol dire che dobbiate esagerare. Come con tutte le cose, seguite le istruzioni riportare in etichetta.

? Scegliete un integratore che corrisponda bene alla vostra situazione: il vostro sesso, i vostri fabbisogni nutrizionali in base all'et?, il vostro livello di stress, il tipo di lavoro che fate, l'allenamento seguito, le vostre condizioni di vita, ecc.



*Il sondaggio ? stato svolto presso la Scuola Media ?Pietro Tenerani? di Carrara su un campione di 106 intervistati. Per approfondimenti: http://www.zia.ms.it/tcs/integra/integra.htm