Tutti i  marchi disponibili sul mercato
Rossella Pruneti - Sportman giugno 2005
Autore: AutoreRossella Pruneti
Inserito da: Inserito daRossella   Data:Data di inserimento 2005-06-19 16:39
Commenti: Commenti: (0)   Votazioni: Votazioni:
Votazione media (su 10 voti) : Non ancora votato   
Voti: 0
DAI PALCHI IFBB
GIANLUCA CERIANI


Di Rossella Pruneti

Il vicecampione della categoria Medi al Nord Italia IFBB 2004 sostiene: ?La mia vera nota caratteristica non ? tanto quella di essere un atleta IFBB bens? lo spotter di Dennis Giusto?.
Quindi lo spotter ci racconta- in modo semiserio - la ?collaborazione? con il grande campione.




In effetti Gianluca Ceriani ? testimone dell'atto originario, della scintilla che fa nascere il ?personaggio?: sta nella fucina dove si forgiano i muscoli e aiuta in prima persona nell?appuntamento quotidiano con ghisa e sudore sulla strada della preparazione atletica alle competizioni pi? impegnative, l?azzurro IFBB Dennis Giusto.
State tranquilli che le parole di Gianluca non vengono tarate, non finiscono con il risultare faziose, fuorviate dall'amicizia. Ora, di getto, ha provato a rispondere a quelle rituali domande che ci viene sempre di fare. Poi ci metter? una pietra sopra e torner? a gareggiare lui stesso. Allenandosi con il suo illustre compagno, ovviamente.

Come ? essere lo spotter di Dennis?? indubbiamente faticoso. Ma mi tolgo le mie soddisfazioni criticando il livello di forma del noto atleta in preparazione per la varie gare. Un vantaggio ? che non mi preoccupo mai di pensare alla scheda, Dennis mi dice quali gruppi muscolari allenare ma mai gli esercizi che andremo a fare. Quelli li scopro di volta in volta.
Ti trovi bene a fare cos??
Ma certo, a me basta allenarmi. Il vero spotter non si lamenta mai.
Ci sono state volte che non sei riuscito a stargli dietro?
No l?orgoglio ? troppo forte, mi spezzo ma non mi piego. Dennis: ?Boia chi molla?.
[Infatti Gianluca si ? allenato anche con un polso fratturato prima della stagione agonistica 2004].
Ti adatti alle sue schede o avete, guarda caso, i medesimi punti di forza e carenze?
Ad occhio e croce s?, con il dovuto rispetto e proporzioni [Ride].
[Per esempio, questo spotter ha le gambe come punto forte, al pari di Dennis].
Per orari e frequenza come vi trovate?
Facciamo dalle 6 alle 12 sessioni settimanali. Sono single e mi faccio trovare in palestra, sempre a disposizione.
Ci sono alcuni principi d?allenamento la cui applicazione ricorre con maggiore frequenza?
Gli allenamenti sono ad alta intensit?, curando molto la tecnica piuttosto che il carico. In pratica usiamo il massimo carico possibile senza sacrificare la tecnica.
Quando sei stato ?ingaggiato??
Ci alleniamo insieme dal 2001 quando Dennis mi propose di allenarmi con lui, vedendo che ero uno squilibrato. Pensavo fosse una cosa temporanea invece oramai sono tre anni e l?ho seguito come spotter attraverso il NABBA Mr. Universe 2001, 2002, il Due Torri 2003 e i Mondiali IFBB 2004.
C?? un segreto che hai carpito?
S?: lavoro, fatica, fatica, lavoro abilmente alternati. Non si inventa niente nel bodybuilding.
Cosa dicono gli altri frequentatori della palestra mentre vi allenate?
No comment.
Perch??
Preferiamo allenarci in orari diversi rispetto a quelli di apertura della palestra
Quanto dura un allenamento?
Un paio d?ore.
Qual ? il gruppo muscolare che hai il terrore d?allenare?
Le spalle
Ma per colpa di Dennis?
No, proprio perch? non mi piace.
Ti alleni mai da solo?
Sicuramente s?.
Sapresti allenarti esclusivamente da solo?
Allenarsi insieme ha una marcia in pi?, soprattutto con un atleta che ti ? superiore: lo stimolo ? maggiore.
Cosa significa il bodybuilding per te?
Passione, hobby e stile di vita.
Cosa rende un bodybuilder vincente?
La mentalit?, come in tutti gli sport.
Cosa rende Dennis Giusto vincente?
La mentalit? e lo spirito di sacrificio
Cosa ti ha reso vincente?
La fortuna. Infatti ho la fortuna di riuscire a mettermi in forma da gara in poco tempo, anche solo 15 giorni come per la Notte dei Campioni IFBB 2003 o anche scandalosamente meno come per i Campionati Liguri IFBB 2004.
Qual ? il campione di bodybuilding che ti ha ispirato?
Steve Reeves. Infatti possiedo parametri diversi dal mio illustre compagno d?allenamento. Lui vuole crescere, io no: la mia mentalit? ? da altezza peso anche se ormai sono avviato verso i mediomassimi. Mi piacciono modelli molto classici, belle proporzioni e simmetria non le dimensioni e la carne. Sembra un assurdo ma gli attuali pro americani non mi piacciono. I culturisti degli anni ?60 spesso provenivano dalle alzate di potenza ed avevamo le gambe pi? grosse, invece arriv? Reeves e insegn? cosa fosse la simmetria.
Per te le gambe sono importanti in un culturista?
Certo, non potrei dire diversamente, sono il mio punto di forza. Pi? che le gambe, per?, ? importante la simmetria.
Campioni di bodybuilding si nasce o si diventa anche?
Non so non sono un campione. Vedendo Dennis penso che si nasca.
Cosa ti piace di meno nel bodybuilding?
Essere additato da chi non pratica bodybuilding come uno strano essere proveniente da non si sa bene da quale galassia. Non sopporto la reazione della gente comune di fronte al bodybuilding.
Pensi che esista qualcosa come una filosofia d?allenamento oppure il bodybuilding ? solo alzare ghisa? Se esiste una filosofia d?allenamento, quale ? la tua?
Esiste. La mia ? quella di Dennis: fatica, lavoro...
Se dovessi scegliere tra volume ed intensit?, cosa sceglieresti e perch??
Sempre e comunque l?intensit? perch? si ottiene una qualit? muscolare migliore.
Risponderebbe cos? anche Dennis?
Mi immagino di s?.
Descrivici le tue sensazioni dopo una sessione d?allenamento.
Un misto di soddisfazione che porta all?esaltazione e ... di stanchezza! Anzi spossatezza.
Qual ? stata la pi? bella esperienza che hai avuto nel bodybuilding?
Una gara che non ho fatto io: il Mr. Universo NABBA 2001. Dennis ? arrivato terzo ed io lo accompagnavo. Era la prima volta che assistevo ad una gara di quel livello internazionale... anche se poi non si ? conclusa bene perch? Dennis si ? classificato soltanto terzo...
La pi? brutta?
Gli ultimi 15 giorni prima degli italiani 2004. Ho sofferto come un cane perch? ero stanco di testa e fisicamente.
E l?esperienza pi? ?tragicomica??
Un giorno abbiamo allenato le gambe io, Dennis e Danilo Cameli. Dopo innumerevoli serie di squat, aumentando il peso e le ripetizioni (era un piramidale particolare). Ad un certo momento, verso la fine, c?era Danilo per terra che cercava di respirare, io appoggiato sul leg extension e Dennis con tutta naturalezza ha detto: ?Ragazzi, facciamo due femorali?.
Qual ? la tua risposta a chi condanna il bodybuilding come uno sport e uno stile di vita malsano?
Poveretti. Chiss? loro che vita che fanno.
Ti capita mai di avere brutte reazioni da parte della gente solo perch? sei un bodybuilder?
Quotidianamente. Mentre mi alleno no, perch? semplicemente non le sento. Ci concentriamo ed io, personalmente, sono troppo impegnato a respirare.
Cosa pensi del bodybuilding femminile?
Se non portato all?eccesso, apprezzo ogni fisico atletico e tonico.
Cosa dovrebbe essere cambiato nel bodybuilding agonistico?
Le giurie, perch? sono composte da essere umani e spesso finiscono con il dare giudizi soggettivi e non obiettivi. Questo non solo nel bodybuilding ma in tutti gli sport dove ? prevista una classifica a votazione.
Cosa dici a chi inizia a praticare il bodybuilding?? un massacro per? ti puoi divertire.
Cosa diresti a chi ti chiedesse di lasciargli il tuo posto come spotter di Dennis?
Accomodati e buona fortuna.





Quando il campione si allena con te... apprendimento o affaticamento?
Spunti e regole per imparare e/o riflettere.


Di Gianluca Ceriani

I tempi di recupero corrispondono a quanto occorre affinch? l?altro esegua l?esercizio a sua volta.

Durante l?allenamento non si parla.

Gli esercizi cambiano quasi sempre.

I carichi di Dennis sono pi? alti ma non ? un problema cambiarli usando anche i bilancieri liberi: evitiamo di mettere i fermi cos? si fa prima. Per? attenzione massima a non farsi male!

Vantaggi: hai stimoli maggiori, anche di uscire di casa ed andare in palestra per cominciare la sessione.

Svantaggi: devi fare attenzione ad ascoltare il tuo corpo perch? allenandosi con uno di livello superiore puoi andare ?fuori giri?.

Seguo quello che dice lui, ma da buon atleta ascolto anche il mio corpo altrimenti il mio compito di spotter si esaurisce subito e per sempre: in tre allenamenti sarei finito.

Chiunque pu? trovare motivazione con un compagno d?allenamento, il livello non deve essere necessariamente simile, pu? essere anche inferiore - per? devi sapere cosa fai.






INFO-BOX SU GIANLUCA CERIANI.

Nato a Ventimiglia il 5 luglio 1969.
Residente a Ventimiglia.
Altezza: 174 cm.
Peso off-season: 85 kg.
Peso in gara: 80 kg.
Palmar?s:
2? Interregionale IFBB h/p ? 175 cm
4? Regionale Toscana-Liguria IFBB cat. medioleggeri
1? Nord Italia IFBB h/p ? 175 cm
2003 6? notte dei campioni h/p ? 178 cm
2004 1? Regionale Toscana-Liguria IFBB cat. medi
2004 2? Nord Italia IFBB cat. medi
E-mail: luckycg@libero.it

Dopo una carriera agonistica di pattinatore a rotelle (Federazione FIHP) e atletica leggera (velocista), nel 1993 inizia il bodybuilding con la classica motivazione: eliminare quella certa disarmonia tra la parte superiore ed inferiore del corpo dovuta agli sport praticati a livello agonistico fino ad allora.
Nel 1999, a Savona, si iscrive nella palestra del giudice IFBB Marcello Bertini, il quale lo avvia all?agonismo. La prima gara ? stata nel 2001 con la guida di Dennis Giusto. Negli anni recenti ha conseguito il diploma di personal trainer CSEN-WPF.